Caterina guarda Caterina

di Caterina Silva

Storia di una bellezza celata nelle mani nodose, nei giunti scricchiolanti, nel peso della pelle scavata di mia nonna, quest’opera vuole documentare la bellezza femminile nell’età sfiorita e la routine quotidiana degli anziani contro la noia apparente che la circonda e il timore che incute. Caterina ha 93 anni e vive in un paesino dell’entroterra ligure. Una bellezza inconfutabile che gusti con sessant’anni in meno dentro gli occhi e che riconosci nella vitalità di una donna anziana che con la sua esuberanza anima tutto il paese.

C’è la bellezza di Caterina e c’è la bellezza della vecchiaia, il modo di viverla nelle relazioni, nei silenzi, al lavoro nell’orto o in casa: Caterina è felice non perché cerca di essere quello che non è più, ma proprio perché vive pienamente la sua età. Perché la bellezza è lo splendore del vero. E questo non è solo un fatto privato, bensì un bene per tutti.

Caterina Silva

Nata il 3 ottobre 1980 a Vigevano, dove vive

Attrice e performer. Laureata in Scienze della Comunicazione è V.O. a Milano e diplomata in recitazione presso l’Examinetion Center della London Academy (L.A.M.D.A.) all’Università di Malta di Roma, ha proseguito la sua formazione con Valerio Binasco, Frederique Loliée, Francesca Della Monica e Doris Hicks. In teatro ha lavorato con diversi registi tra cui Carmelo Rifici, Motus, Fabrizio Arcuri, Lisa Ferlazzo Natoli, Michiel Soete, Sandro Mabellini, Jean Laurant Sasaportes e Lollo Franco. Al cinema e in televisione con Michele Soavi, i Manetti Bros, Lucio Pellegrini, Enrico Pau, G. Farina, G. Gagliardi. Collabora da diversi anni con i videoartisti Masbedo. Studia per diventare documentarista.